Antologia Poetica “Otto Milioni – 2012”
18 Gennaio 2020
Antologia Poetica “Otto Milioni – 2016”
18 Gennaio 2020

Antologia Poetica “Penne Note Matite – 2017”

A mia madre

Non si potrà sottrarre

una sola briciola di tempo

per prorogare di quanto le stelle

hanno già scritto

nella nitida luce che arde,

ma che puntualmente si spegnerà

a prescindere dal vento

quando la notte scenderà

per addormentare le membra. 

Colmo di speranza

l’anima si dilungherà

verso l’infinito sogno,

e su questa terra

che gela la polvere dei tuoi sandali,

nel freddo silenzio

mi ritrovo a respirare i mille ricordi

da riesumare per chi ha tanto amato e resterà ad amarti.


Vecchio lenzuolo

Aggrappati al dorsale del tempo che và

lì dove s’addormenta il tramonto

liberi pensieri migrano come il vento

che va per dissolversi verso il suo orizzonte.

Siamo due amanti senza tempo

e sul nostro letto ci ritroviamo

a ripassare le sbiadite emozioni

arrotolate su un bianco lenzuolo.

Stasera i cuori si compiegano

ai sogni ingialliti dai profumi di ieri,

e dove gli aspri odori viziati annidano

le velate reminiscenze rigate sulla pelle. 

Se la notte non divaga con il vento

tra un ricordo e un’emozione

noi riscriveremo sulle mura del tempo

le indelebili sillabe per ricomporre

questo sogno vissuto a metà.  

Finché il cuore avrà strada da camminare

il cielo darà luce ai nostri sogni premonitori,

e noi, indelebili ispiratori del nostro tempo

ricopriremo il letto di quel bianco lenzuolo

macchiato di inebrianti profumi del passato.         

Il nostro amore non ha tempo né paura

perché siamo due temerari per natura.

Della nostra storia siamo gli unici scrittori

e come due amanti instancabili ne siamo i lettori

in questa ingiallita notte di un vecchio lenzuolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.