Cambiare il mondo
13 Febbraio 2021
Sarà che stiamo vivendo
20 Febbraio 2021

Come un gabbiano

Te ne vai, non ti chiederò di restare
io sarò qui ad aspettare
che il tempo schiarisca le tue idee
aspetterò che il sole quieta la marea
di questo amore che non sa
dove ormeggiare i sogni di felicità

come un faro silenzioso nella notte
guiderò i pensieri che vanno oltre l’orizzonte
sogni di te senza direzione
si muovono nell’oscurità di un’emozione
che da forma alle sensazioni
ricordi ascesi nell’andare dei miei giorni

sarò libero, libero di pensare che
sarò libero, libero di guardare dentro di te
correrò gli spazi e gli angoli del tuo tempo
lasciandomi trasportare dal vento
finché avrò luce e forza dentro di me
sarò vicino a questo avido sentimento

non ti chiederò di restare, va pure
il vento è lieve, naviga il tuo mare
io sarò qui ad aspettare
come un gabbiano in riva al mare
aspetterò che il sole quieta la marea
e il tempo schiarisca le tue idee

sarò libero, libero di pensare che
sarò libero, libero di guardare dentro di te
correrò gli spazi e gli angoli del tuo tempo
lasciandomi trasportare dal vento
finché avrò luce e forza dentro di me
sarò vicino a questo avido sentimento

non ti chiederò di restare, va pure
il vento è lieve, naviga il tuo mare
io sarò qui ad aspettare
come un gabbiano in riva al mare

non ti chiederò di restare
l’amore è libero
libero come le onde del mare
non si può fermare.

Antonio Fiore – 14.02.2021
Inedita@tutti i diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.