Sui monti della vita
13 Aprile 2020
Sui monti della vita
17 Aprile 2020

Il mio angelo custode

Quante strade ho camminato,
sentieri alberati,
prati in fiore e mari incontaminati;
ho visto cieli soffusi di nuvole,
tempeste di neve e tramonti boreali.

Quante ripide montagne ancora da scalare,
orizzonti lontani e tramonti inafferrabili,
mi sembra di annegare e tu,
sempre a mio fianco,
come un’ombra della sera mi tieni per mano,
sussurrandomi: coraggio che ce la fai!

Quanti ricordi nel cassetto del passato,
ora sono diventato grande,
sono qui e continuo il mio viaggio,
nulla il tempo di me ha cambiato,
rincorro i miei sogni con te a mio fianco.

Dalla finestra del cuore che da sugli argini della vita
rivedo ancora gli orizzonti lontani,
i leggiadri tramonti boreali
e vistose montagne ancora più alte da scalare,
ma vado avanti perché tu sarai sempre al mio fianco
per dirmi ancora più forte: coraggio che ce la fai!

Non so dove e quando troverò il mio traguardo,
ma non importa continuerò a lottare con coraggio
contro ogni avversità del tempo che tutto ostacola;
non mi arrendo alle vicissitudini, vado avanti,
proseguo il mio viaggio anche se cadrò mille volte
mi rialzerò senza cedere a te il mio passo…

Questo grigio tempo che dà poco spazio
non ferma l’andare dei miei passi
io continuo a cercare gli orizzonti lontani
e gli inafferrabili tramonti sul mare
finché avrò occhi per guardare e cuore per sognare.

Scrivo di me per non dimenticare,
perché il vento dell’avversità tutto dissolve
lungo la via del tacito destino;
la vita ad ognuno dà quello che il cuore si prefigge
ma senza di te angelo mio
tutto il mio andare sarebbe stato un sogno invano!

Ho ancora tante cose da inseguire e da realizzare,
un sogno da scrivere e una storia da raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.