Ognuno vive di ciò che sogna
2 Gennaio 2020
Pianto di una capinera
7 Gennaio 2020

L’ultima rondine

Quanto silenzio nel cuore spaura i pensieri
che intontiti fuggono sul colle,
dove gli atavici sogni bruciano i ricordi
di un tempo a me lontano.

Grigie nuvole sovrastano il cielo sopra i monti,
mentre gli occhi lacrimano sentimenti
che bruciano i ricordi
che più non ardono legna di primavera.

Anche l’ultima rondine và via dall’incenerito tramonto,
mentre il morente mare si confonde allo sfondo
dell’intercalare d’un cielo appassito sopra le nuvole.

Oh mio Dio quanta agra nebbia è raccolta sulle alture degli ulivi,
fiori marciti e alberi ingialliti;
i ricordi disorientano i pensieri stanchi come il sole calante.

Ah se potesse il mio cuore spazzare via la grigia nebbia
che soffoca il respiro e ridare vivacità ai sogni,
tutto diverrebbe atavico come i retaggi sentimenti
di un tempo che fu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.