Oltre le mura della vita
5 Giugno 2020
Le maschere
18 Giugno 2020

Scrittore del mio tempo

Da bambino, come tutti i bambini del mondo,
credevo di cambiare il mondo,
impresa ardua, pressoché impossibile;
un ingenuo sogno che da grande affievolisce,
ma il cuore è testardo,
nonostante tutto continua a sognare…

Ho cercato di capire, comprendere la diversità,
la disuguaglianza, le ingiustizie, le nefandezze,
l’ipocrisia, maschere indossate per ogni occasione,
trovare una risposta ai tanti perché della vita
che il tempo né il cielo potrà mai dare
in questo angolo di mondo che tutto usura.

Ho pensato di ritornare indietro, da dove ero partito,
sognare d’essere bambino e ripartire con la mia valigia,
ci sarà pure una via d’uscita per dare un senso a questa vita,
cambierò il mio sogno e guarderò negli occhi il mondo,
imparerò a viverlo, assaporarne la bellezza e i suoi colori
e divulgarne a tutti il pensiero e le parole come le emozioni
che si fondano nei versi di una poesia o di un racconto.

Scriverò soprattutto per me, le emozioni del mio tempo,
il silenzio e le inquietudini dei pensieri diffondersi
con un eco di un sogno profondo;
ascolterò il vento disperdersi nel tramonto dei sogni
e lascerò alle stelle i tanti perché incompresi;
mi sono illuso, ma non importa, resterò un sognatore,
ma non mollo, resterò bambino e continuerò a sognare.

E prima che la notte adombra il retaggio pensiero
raccoglierò ogni istante di questa vita che corre
e ne sarò testimone finché il mio cuore potrà…, anche se,
pochi ne saranno incuriositi, pochi like “pollice alzato e cuoricini”
ma saranno quelli veri, quelli che amano sognare e condividere.
Meglio un poeta senza lettori che un popolo senza scrittori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.